COVID-19: iniziative a supporto delle famiglie e delle imprese

Per contribuire a fronteggiare questo momento di criticità ed offrire sostegno alle famiglie e alle imprese, Banca del Piemonte ha attivato le seguenti iniziative.

 

 

INIZIATIVE A SUPPORTO DELLE FAMIGLIE

 

RICHIESTA DI SOSPENSIONE DELLE RATE DEL MUTUO PRIMA CASA

 

E’ possibile inviare la “Domanda di Accesso al Fondo di Solidarietà per i Mutui per l’Acquisto della Prima Casa”.

 

La sospensione del pagamento delle rate del mutuo è prevista per:

  • i lavoratori dipendenti che abbiano subito una sospensione dal lavoro per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi o che abbiano subito una riduzione dell’orario di lavoro almeno pari al 20% dell’orario complessivo;
  • i lavoratori autonomi e i liberi professionisti che autocertifichino di aver registrato una riduzione del proprio fatturato superiore al 33% del fatturato medio giornaliero dell’ultimo trimestre 2019, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza coronavirus.

 

La richiesta può essere inviata anche via e-mail alla Filiale e/o Gestore  di riferimento e deve contenere:

  • il modulo di “Domanda di Accesso al Fondo di Solidarietà per i Mutui per l’Acquisto della Prima Casa”;
  • la copia o la scansione della documentazione specificata nel modulo che attesta di ricadere nella situazione per la quale è ammissibile la richiesta;
  • la copia o la scansione del documento di identità dell’intestatario del mutuo.

Anche a distanza, la tua Filiale e /o Gestore rimangono a disposizione per informazioni relative alle richieste, per verificare i requisiti di ammissibilità e per valutare insieme tutte le opzioni che la normativa “emergenziale” offre alle famiglie.

 

 

INIZIATIVE A SUPPORTO DELLE IMPRESE

 

MISURE DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE


Il Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020 “Cura Italia” prevede la possibilità per le micro, piccole e medie imprese aventi sede in Italia di richiedere la sospensione delle rate di prestiti, mutui e altri finanziamenti.

 

Per aderire alla moratoria, le imprese possono inoltrare richiesta in pochi semplici passi:

  • scaricare e stampare il modulo di richiesta, che comprende l’autodichiarazione richiesta dal decreto: Richiesta di sospensione;
  • compilare e sottoscrivere il modulo;
  • inviare il modulo in formato digitale e corredato di documento di identità valido del sottoscrittore tramite la propria PEC aziendale, firmato digitalmente (soluzione preferibile) oppure con firma autografa dell’avente i poteri, all’indirizzo PEC della Banca indicato all’interno del modulo.

 

ESTENSIONE MORATORIA ABI

 

Tramite l’addendum all’Accordo per il Credito 2019 sottoscritto il 6 marzo 2020 dalle parti aderenti, si estende l’applicazione della misura “Imprese in ripresa 2.0” ai finanziamenti in essere fino al 31 gennaio 2020, erogati in favore delle imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19” che ne limita temporaneamente la capacità produttiva e le relazioni commerciali.

 

La sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti può essere chiesta fino a un anno ed è applicabile ai finanziamenti a medio lungo termine (mutui), anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie e alle operazioni di leasing, immobiliare o mobiliare. In questo ultimo caso, la sospensione riguarda la quota capitale implicita dei canoni di leasing.

 

Per le operazioni di allungamento dei mutui, il periodo massimo di estensione della scadenza del finanziamento può arrivare fino al 100% della durata residua dell’ammortamento.
Per il credito a breve termine e il credito agrario di conduzione il periodo massimo di allungamento delle scadenze è pari rispettivamente a 270 giorni e a 120 giorni.

 

Per favorire la realizzazione delle operazioni di sospensione o allungamento delle scadenze dei finanziamenti, l’Abi e le Associazioni di rappresentanza delle imprese firmatarie sono impegnate a promuovere, presso le competenti autorità europee e nazionali, una modifica delle attuali disposizioni di vigilanza riguardo le misure di tolleranza (c.d. forbearance), necessaria in una situazione emergenziale, come quella attuale.

 

Per aderire alla moratoria, le imprese possono inoltrare richiesta in pochi semplici passi:

  • scaricare e stampare il modulo di richiesta, che comprende l’autodichiarazione richiesta dal decreto: Richiesta di moratoria ABI;
  • compilare e sottoscrivere il modulo;
  • inviare il modulo in formato digitale e corredato di documento di identità valido del sottoscrittore tramite la propria PEC aziendale, firmato digitalmente (soluzione preferibile) oppure con firma autografa dell’avente i poteri, all’indirizzo PEC della Banca indicato all’interno del modulo.

 

Anche a distanza, il tuo Gestore e/o la Filiale rimangono a disposizione per informazioni relative alle richieste, per verificare i requisiti di ammissibilità e per valutare insieme tutte le opzioni che la normativa “emergenziale” offre alla tua impresa.