DIGITALIZZAZIONE DEGLI ASSEGNI

Close-up Of A Businessperson's Hand Giving Cheque To Colleague At Workplace

Nuovo processo di incasso degli assegni

 

Dal 29 gennaio 2018 è stato introdotto un nuovo processo di incasso degli assegni, denominato CIT (Check Image Truncation), che prevede, come novità più rilevante, la sostituzione in formato digitale degli assegni cartacei che i Clienti presentano in banca. Le copie informatiche degli assegni, così come definito dal decreto legge 70/2011, sostituiscono ad ogni effetto gli originali cartacei.
Anche il protesto, o la constatazione equivalente, è ora gestita tramite procedura telematica presso i notai o Banca d’Italia.

Le novità introdotte non incidono sulle modalità di versamento degli assegni, mentre l’ottimizzazione del processo dopo l’incasso degli assegni e  il formato digitale assicurano per il Cliente tempi certi del ciclo di incasso.
Per il corretto funzionamento del nuovo processo, ed evitare il rischio di rendere inutilizzabile l’assegno, è importante per la clientela sia compilare con cura gli assegni, per consentirne la corretta acquisizione dell’immagine in formato digitale, sia non presentare titoli cartacei logori o danneggiati.

 

 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale