Home Dizionario Finanziario

Dizionario Finanziario

Per fare chiarezza sui termini e sui concetti più utilizzati nell’ambito finanziario

A

ALLA PARI
Termine usato per indicare una situazione in cui il prezzo di un titolo è uguale al valore nominale dello stesso.

ASSET
Attività patrimoniale. 

B

BASE
Prezzo al quale è possibile esercitare la facoltà associata a un’opzione.

BENCHMARK
Parametro di riferimento nella valutazione di un titolo o di un asset. 

C

CAPITALIZZAZIONE
Con riferimento ad una società, rappresenta il prodotto tra il numero di azioni in circolazione e il loro prezzo unitario; con riferimento ad un mercato rappresenta il valore complessivo – ai prezzi di mercato – di tutti i titoli quotati.

CEDOLA
Tagliando allegato al certificato rappresentativo di un titolo che, staccato dal certificato, consente al possessore la riscossione degli interessi (in caso di titolo obbligazionario) o dei dividendi (in caso di titolo azionario) maturati, nonché l’esercizio (nel caso delle azioni) di diritti amministrativi ed economico-patrimoniali.

COLLOCAMENTO
Servizio di investimento svolto da intermediari autorizzati che si sostanzia nella diffusione e distribuzione sul mercato di strumenti finanziari (azioni, obbligazioni e titoli di stato) di nuova emissione, oppure già in circolazione. 

D

DURATA MEDIA FINANZIARIA
Indicatore sintetico del rischio di tasso di interesse di un titolo obbligazionario.

DURATION
Indicatore sintetico del rischio di tasso di interesse di un titolo obbligazionario. La durata media finanziaria (o duration) di un’obbligazione è definita come scadenza media dei flussi di cassa attesi, ponderata per il contributo del valore attuale di ciascun flusso alla formazione del prezzo.
A un’elevata duration corrisponde un’elevata sensibilità del prezzo del titolo al variare del tasso di rendimento e viceversa. La duration è pari alla durata anagrafica per i titoli privi di cedola (zero coupon bond), mentre è sempre inferiore alla durata nel caso di titoli muniti di cedola. 

E

EFFETTO LEVA
Possibilità di effettuare un investimento che riguarda un elevato ammontare di risorse finanziarie, con un basso tasso di capitale effettivamente impiegato.

EFFICIENZA DEL MERCATO
Caratteristica di un mercato secondario in base alla quale il prezzo di un titolo riflette le informazioni disponibili.

ELASTICITA’
Caratteristica di un mercato secondario in base alla quale nuovi ordini sono tempestivamente generati a seguito del manifestarsi di fluttuazioni di prezzo.

EURIBOR
Acronimo di Euro Interbank Offered Rate, rappresenta il tasso di interesse prevalente sul mercato dei depositi interbancari per controparti di primario standing con scadenze comprese tra una settimana e dodici mesi: attualmente è il principale tasso di riferimento per l’indicizzazione dei contratti finanziari in euro ed è calcolato da un panel di cinquantasette banche.

F

FONDO PENSIONE
Organismo di investimento collettivo del risparmio che raccoglie i contributi dei lavoratori e/o dei datori di lavoro e li investe in strumenti finanziari, allo scopo di erogare una prestazione pensionistica (rendita vitalizia o capitale) al termine della vita lavorativa del lavoratore.

FORWARD
Contratto derivato con cui due parti si accordano per scambiare in una data futura una certa attività a un prezzo fissato al momento della conclusione del contratto.

FUTURE
Contratto a termine standardizzato con il quale le parti si impegnano a scambiare una certa attività (finanziaria o reale) a un prezzo prefissato e con liquidazione differita a una data futura.

 

G

GODIMENTO
Giorno a partire dal quale iniziano a decorrere gli interessi su un titolo obbligazionario oppure i dividendi su un titolo azionario.

GUADAGNO IN CONTO CAPITALE
Differenza tra il prezzo di vendita/rimborso di uno strumento e il suo prezzo di acquisto/sottoscrizione. 

H

HEDGE FUND
Fondo d’investimento altamente speculativo, basato quindi su un asset con un alto grado di rischio, ma grande possibilità di guadagno.

HEDGING
Operazione realizzata da un soggetto che intende ridurre o annullare il rischio derivante da una posizione aperta. 

I

INDICE S&P/MIB
Indice azionario rappresentativo dell’andamento dei principali 40 titoli azionari (blue chips) quotati su MTA e MTAX.

INDICI
Indicatore che rappresenta sinteticamente le variazioni di valore di un portafoglio di strumenti finanziari o di altre attività.

INDICIZZAZIONE
Meccanismo che permette di legare il rendimento (o il capitale) di un’attività finanziaria all’andamento di un determinato indice 

L

LEVERAGE
O effetto leva dello strumento finanziario. Il rapporto 10:100 di leverage significa che investendo 10 posso guadagnare – o perdere – 100.

LIQUIDITA’
Capacità di un investimento in attività reali o finanziarie di trasformarsi facilmente e in tempi brevi in moneta a condizioni economiche favorevoli, cioè senza sacrifici di prezzo rispetto al prezzo corrente.

M

MERCATO DEI CAPITALI
Mercato nel quale vengono trattati strumenti di debito o partecipativi (azioni) a medio-lungo termine (ovvero con scadenza superiore a 12 mesi) o a scadenza indeterminata.

MERCATO MOBILIARE
Mercato in cui sono emessi, rimborsati e scambiati strumenti finanziari.

MERCATO MONETARIO
Mercato sul quale si realizza il trasferimento di risorse finanziarie e la negoziazione degli strumenti finanziari a breve scadenza, ossia con durata pari o inferiore ai 12 mesi.

MERCATO PRIMARIO
Mercato in cui ha luogo l’offerta di titoli di nuova emissione.

MERCATO RETAIL
Mercato sul quale operano investitori persone fisiche che effettuano operazioni di controvalore relativamente contenuto e motivato prevalentemente da esigenze di investimento.

MOLTIPLICATORE
Valore monetario associato a un punto-indice. 

N

NOTA INFORMATIVA
Documento redatto dall’emittente in occasione di una sollecitazione al pubblico risparmio e riguardante le caratteristiche dei titoli offerti. 

O

OBBLIGAZIONI
Titoli di credito rappresentativi di un prestito emesso da una società privata oppure da un soggetto della pubblica amministrazione per finanziare parte del proprio fabbisogno finanziario.

OPZIONI
Le opzioni sono contratti derivati che attribuiscono al compratore il diritto di acquistare o vendere un’attività sottostante a (oppure entro) una certa data a un prezzo prefissato. 

P

PANIERE
Portafoglio di attività finanziarie o reali.

PERFORMANCE
Performance, in italiano prestazione, in alcuni casi utilizzato come sinonimo di variazione. Nella sua accezione più semplice il termine indica quindi la variazione di uno strumento nell’unità di tempo.

PLUSVALENZA
Utile derivante dalla vendita di un’attività a un prezzo superiore a quello al quale tale attività è stata acquistata oppure risulta iscritta in bilancio.

PORTAFOGLIO
Rappresenta l’insieme di diverse attività detenute da un investitore.

PREMIO
Il termine premio può assumere due significati. In primo luogo, esso può rappresentare l’importo pagato dall’acquirente al venditore di un’opzione, di un warrant o di un covered warrant per assicurarsi il diritto di acquisto o vendita dell’attività sottostante. In secondo luogo, esso può identificare il contratto che conferisce al compratore, dietro pagamento di un corrispettivo, la facoltà di ritirare la quantità di strumenti finanziari sottostanti, al prezzo unitario definito base di un contratto a premio.

PREZZO DI COLLOCAMENTO
Prezzo al quale viene venduto un titolo sul mercato primario.

PRIVATE EQUITY
Fondo comune di investimento chiuso che si pone l’obiettivo di assumere partecipazioni rilevanti in società già avviate al fine di aumentarne lo sviluppo.

PROSPETTO INFORMATIVO
Documento che deve essere obbligatoriamente redatto e pubblicato dall’emittente che intende svolgere attività di sollecitazione del pubblico risparmio.

PUNTO DI PAREGGIO
Prezzo al quale i ricavi totali eguagliano i costi totali e quindi l’operazione non sta producendo né utili né perdite. 

Q

QUOTAZIONE
Inserimento di uno strumento finanziario nel listino dei titoli quotati di un determinato mercato mobiliare.

QUOTAZIONE DENARO
Prezzo al quale può essere acquistato un bene o un’attività finanziaria.

QUOTAZIONE LETTERA
Prezzo al quale può essere venduto un bene o un’attività finanziaria.

R

RATING
Punteggio definito da un’entità esterna che certifica il grado di solvibilità di un soggetto verso le obbligazioni che contrae.

RENDITA
Serie di flussi di cassa di medesimo ammontare distribuiti a intervalli regolari all’interno di un periodo temporale di riferimento.

RESISTENZA
Livello al quale il prezzo di un’attività finanziaria in tendenza crescente interrompe il movimento al rialzo a causa di un forte aumento delle vendite.

RISCHIO DI MERCATO
E’ il rischio relativo agli effetti imprevisti sul valore di mercato di attività e passività prodotti da variazioni dei tassi di interesse, dei tassi di cambio e da altri prezzi delle attività.

ROTTURA
Sfondamento di una linea di tendenza o di un indicatore. La rottura può rappresentare un segnale di inversione di tendenza nell’andamento del prezzo. 

S

SOPRA LA PARI
Termine usato per indicare una situazione in cui il prezzo di un titolo è superiore al valore nominale dello stesso.

STRIKE PRICE
Prezzo al quale è possibile esercitare la facoltà associata a un’opzione. Il prezzo di esercizio(o strike price) è il prezzo al quale il possessore di un’opzione può esercitare la facoltà.
SWAP
Contratto con il quale due parti si impegnagno a scambiarsi futuri pagamenti. Tale contratto definisce le date in cui verranno effettuati i pagamenti reciproci e le modalità secondo le quali dovranno essere calcolate le rispettive somme. 

T

TRADE TRASFER
Operazione di trasferimento di contratto tra partecipanti o tra sottoconti dello stesso partecipante.

TREND
Il trend, o tendenza in italiano. Il trend viene individuato da una serie di massimi e minimi successivamente crescenti nel caso di una tendenza al rialzo, decrescenti in caso di una al ribasso, e rimane tale fino a che non si verifica la condizione contraria. 

U

UNDERPRICING
Fenomeno tipico delle operazioni di OPV e IPO che si verifica quando il prezzo di collocamento è inferiore al prezzo di mercato dei titoli al momento della quotazione.

UNDERWRITER
Intermediario membro di un consorzio di collocamento che si impegna a sottoscrivere i titoli non collocati presso il pubblico. 

V

VALUE AT RISK
Indicatore di rischio che, relativamente a un investimento, misura la perdita che non sarà superata con un determinato livello di confidenza in un certo orizzonte temporale.

VENTURE CAPITAL
Fondo comune di investimento chiuso che si pone l’obiettivo di assumere partecipazioni rilevanti in società in fase di start up, ovvero di avvio d’impresa.

VOLATILITA’
Indicatore che misura l’incertezza o la variabilità del rendimento di un’attività finanziaria.

VOLUMI
Si intende il numero delle transazioni effettuate durante un certo periodo di tempo. 

W

WARRANT
Strumento finanziario derivato che attribuisce al possessore il diritto di acquistare (warrant call) o di vendere (warrant put) l’attività sottostante a (oppure entro) una determinata scadenza ad un prezzo predeterminato. 

Hai bisogno di noi? Contattaci!

Se hai bisogno di più informazioni o vuoi prendere un appuntamento, scrivici, chiamaci o passa a trovarci in una delle nostre filiali.

Banca del Piemonte
Chiudi menu mobile
Skip to content