Home Informazioni sulla trasparenza Cessazione del London Interbank Offered Rate (LIBOR)

Cessazione del London Interbank Offered Rate (LIBOR)

Nell’ambito di una riforma di settore volta a rafforzare la resilienza dei mercati finanziari globali, alcuni parametri di riferimento, tra cui il London Interbank Offered Rate (di seguito LIBOR Euro), cesseranno di essere rilevati entro la fine di dicembre 2021.

Per parametro di riferimento si intende un indice di mercato o di politica monetaria sulla base del quale è determinato il tasso di interesse di un prodotto bancario a tasso variabile.

Il LIBOR Euro è utilizzato nei prodotti di Banca del Piemonte come parametro sostitutivo (c.d. parametro di fall-back) dell’indice di riferimento principale Euribor a cui sono parametrati gli interessi dei prodotti bancari quali: conto corrente, fido, finanziamento o mutuo.

Pertanto, a seguito della cessazione del parametro di riferimento LIBOR Euro dal 1° gennaio 2022 , Banca del Piemonte, conformemente alle raccomandazioni del competente gruppo di lavoro della Banca Centrale Europea (Working Group on euro risk-free rates) e in linea con le indicazioni di mercato, adotta il parametro Euro Short-Term Rate (c.d. €STR) quale parametro di fall-back nell’eventualità di cessazione futura del parametro principale Euribor.

Il parametro €STR è pubblicato quotidianamente sul sito della BCE e misura il costo della raccolta all'ingrosso non garantita con scadenza a un giorno di un campione di banche dell'area dell'euro.

Il conto corrente, fido o finanziamento/mutuo a tasso variabile o con una componente di tasso variabile continuerà ad avere come indice di riferimento l’Euribor così come previsto dal contratto. Solo qualora l’Euribor dovesse cessare di essere rilevato o dovesse subire modifiche sostanziali, potrà scattare la clausola di fall-back (ove prevista) e, quindi, l’applicazione del nuovo parametro sostitutivo €STR. Di tale evenienza la Banca fornirà tempestiva informativa.

Banca del Piemonte
Chiudi menu mobile
Skip to content