Home Privati e Famiglie Mutuo ADESSOpuoi Casa Fondo di solidarietà dei mutui

Fondo di solidarietà dei mutui

La sospensione del mutuo per situazioni di momentanea difficoltà

Fondo "Gasparrini"
Temporanea difficoltà
Fino al 31/12/2021
Emergenza Covid 19
Accesso al Fondo Presupposto di accessoCome funzionaInformazioniTrasparenzaPrendi un appuntamento

Accesso al Fondo

Le indicazioni per l’accesso al Fondo Gasparrini

L’accesso al Fondo Gasparrini consente ai titolari di un mutuo per l’acquisto della prima casa di richiedere al verificarsi di situazioni di temporanea difficoltà e fino al 31/12/2021, la sospensione del pagamento dell’intera rata per un periodo massimo di 18 mesi e il rimborso del 50% degli interessi maturati durante il periodo di sospensione.

L’accesso al Fondo, istituito con Legge n. 244 del 24/12/2007 s.m.i., è possibile in caso di:

    • Cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato
    • Cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato
    • Cessazione dei rapporti di lavoro parasubordinato, o di rappresentanza commerciale o di agenzia (art. 409 n. 3 del c.p.c.)
    • Morte o riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all’80%

Per far fronte all’emergenza Covid-19, sono state ampliate le possibilità di accesso al Fondo.

Sospensione o riduzione dell’orario di lavoro

L’art. 26 del D.L. n. 9/2020 (art. 26), recepito nella Legge n. 27 del 24 aprile 2020 che converte il D.L. 18/2020, ha esteso l’intervento del Fondo introducendo un’ulteriore casistica:

      • Sospensione del lavoro o riduzione dell’orario di lavoro (almeno pari al 20% dell’orario complessivo) per un periodo di almeno 30 giorni consecutivi

 

Per questa casistica, la sospensione delle rate del mutuo può essere concessa per una durata massima complessiva non superiore a:

        • 6 mesi, in caso di sospensione o riduzione dell’orario di lavoro compresa tra 30 e 150 giorni lavorativi consecutivi
        • 12 mesi, in caso di sospensione o riduzione dell’orario di lavoro compresa tra 151 e 302 giorni lavorativi consecutivi
        • 18 mesi, in caso di sospensione o riduzione dell’orario di lavoro compresa superiore a 303 giorni lavorativi consecutivi

Lavoratori autonomi e liberi professionisti

L’art. 64 del D.L. n. 73 del 25 maggio 2021 (c.d. Decreto Sostegni bis), ha reintrodotto a far data dal 26 maggio 2021 e fino al 31 dicembre 2021 gli interventi del Decreto Cura Italia (come convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27) estendendo l’intervento del Fondo di Solidarietà anche a:

        • Lavoratori autonomi, liberi professionisti, imprenditori individuali e soggetti di cui all’articolo 2083 del Codice Civile che autocertifichino di aver registrato un calo del proprio fatturato, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza coronavirus
        • Cooperative edilizie a proprietà indivisa

Presupposto di accesso

I presupposti necessari per poter richiedere la sospensione delle rate del mutuo

        Per presentare domanda di accesso al Fondo di Solidarietà, è necessario che il mutuo per cui si richiede la sospensione delle rate:

 

    • Sia stato contratto per l’acquisto della prima casa e sia di importo non superiore a 400.000 € (disposizione valida a decorrere dal 26 maggio 2021 fino al 31 dicembre 2021). Dopo tale data, saranno ammessi solo i mutui di importo non superiore ai 250.000 €
    • Non abbia già fruito di 18 mesi di sospensione o di 2 periodi di sospensione. Si possono usufruire di più di 2 periodi solo se la sospensione riguarda l’ipotesi di sospensione/riduzione del lavoro per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi

 

Fino al 9 aprile 2022, è possibile richiedere la sospensione anche per un mutuo in ammortamento da meno di 1 anno. Dopo tale data, saranno ammessi solo i mutui in ammortamento oltre il primo anno.

 

Inoltre, a decorrere dal 26 maggio 2021 fino al 31 dicembre 2021, sono ammissibili anche i mutui già ammessi ai benefici del Fondo per i quali sia ripreso, da almeno tre mesi, il regolare ammortamento delle rate.

Non è più obbligatoria la presentazione dell’indicatore di situazione economica equivalente (ISEE).

Non possono accedere ai benefici del Fondo i soggetti titolari di mutuo:

    • Che fruiscano di agevolazioni pubbliche (ad esempio i mutui erogati con la garanzia Fondo Prima Casa)
    • Per i quali sia stata stipulata un’assicurazione sul rischio che si verifichino gli eventi di cui al comma 479 dell’art. 2 Legge 244/2007, purché tale assicurazione garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione stesso
    • Relativo a immobili appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e con caratteristiche di lusso

Come funziona la sospensione

I dettagli sulla sospensione e i moduli necessari

        L’intervento prevede la sospensione delle rate del mutuo

per un periodo massimo di 18 mesi.

            La sospensione determinerà l’allungamento della durata del piano di ammortamento originario, per un numero di rate pari al numero delle rate oggetto di sospensione.

 

Approfondisci con un esempio gli effetti della sospensione sul piano di ammortamento.

 

L’accoglimento della richiesta di sospensione da parte di Consap, gestore del Fondo, permetterà al cliente di ottenere il rimborso del 50% degli interessi maturati sul debito residuo durante il periodo di sospensione.

Durante il periodo di sospensione del pagamento delle rate la Banca non può chiedere il pagamento della quota interessi del 50% rimasta a carico del cliente.

Quali moduli servono?

            • Modulo di “Domanda di Accesso al Fondo di Solidarietà per i Mutui per l’Acquisto della Prima Casa” presente sul sito di Consap
            • Copia della documentazione specificata nel modulo che attesta di ricadere nella situazione per la quale è ammissibile la richiesta

Quanto tempo ci impiega la Banca ad accogliere la richiesta di sospensione del mutuo?

I tempi sotto riportati sono calcolati nel rispetto di quanto disciplinato dall’art. 12 della Legge 40 del 5 Giugno 2020.

Al ricevimento della documentazione completa e corretta della richiesta di sospensione da parte del Cliente, la Banca a seguito delle opportune verifiche, provvede a deliberare la pratica e ad attivare la sospensione sul piano di ammortamento prima della scadenza della prossima rata.

Entro 10 giorni solari consecutivi la Banca provvede a caricare sul portale Consap la richiesta del Cliente per accertare la sussistenza dei requisiti richiesti dalle disposizioni di legge in materia.

A sua volta Consap, entro 20 giorni solari dalla ricezione della richiesta, trasmette alla Banca l’esito dell’istruttoria effettuata.
A tal proposito anche in assenza di esito da parte di Consap, decorsi 20 giorni, la richiesta si intenderà accolta.
Entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento della risposta Consap, o dallo scadere del termine dei 20 giorni, verrà inviata una apposita comunicazione al Cliente per informarlo sull’esito dell’istruttoria eseguita da Consap.
Nel caso di esito negativo, il Cliente potrà rivolgersi alla Filiale e /o Gestore di riferimento per individuare insieme una soluzione alternativa.

Informazioni aggiuntive

Ulteriori informazioni e aggiornamenti

Per ulteriori informazioni è possibile consultare:

 

 

Anche a distanza, la tua Filiale e/o Gestore rimangono a disposizione per informazioni relative alle richieste, per verificare i requisiti di ammissibilità e per valutare insieme tutte le opzioni che la normativa “emergenziale” offre alle famiglie.

 

Per maggiori informazioni:

Trasparenza

Scarica i documenti per conoscere tutte le caratteristiche e le condizioni

Foglio Informativo Mutui

Informazioni generali sul credito immobiliare offerto a consumatori – ADESSOpuoi CASA

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. La richiesta di mutuo è soggetta a valutazione ed approvazione da parte della Banca. Per tutte le condizioni si prega di fare riferimento alle Informazioni generali sul credito immobiliare offerto a consumatori “ADESSOpuoi CASA” disponibile presso le filiali della Banca e sul sito www.bancadelpiemonte.it alla sezione Trasparenza – Mutui Ipotecari Privati.

Potrebbe interessarti

Conto bp incontriamoci conti correnti privati

Conti correnti

Conto BP Incontriamoci

Il conto che nasce dall’incontro fra te, le tue esigenze e Banca ...

Scopri di più

Mutuo ADESSOPuoi CASA - fondo garanzia prima casa

Mutuo ADESSOpuoi casa

ADESSOpuoi CASA con Fondo di Garanzia Prima Casa

Con il Fondo di Garanzia Prima Casa, i tuoi sogni diventano realtà! ...

Scopri di più

Mutui prestiti protezione privati

Protezione

Protezione mutui e prestiti

Polizza Domino Free, temporanea per il caso di morte. Dedicata a chi ...

Scopri di più

Hai bisogno di noi? Contattaci!

Se hai bisogno di più informazioni o vuoi prendere un appuntamento, scrivici, chiamaci o passa a trovarci in una delle nostre filiali.

Banca del Piemonte
Chiudi menu mobile
Skip to content