Banca del Piemonte e la famiglia Venesio, effettuano un’importante donazione alla Città della Scienza e della Salute di Torino

Banca del Piemonte e la famiglia Venesio ufficializzano un’importante donazione a favore della Città della Scienza e della Salute di Torino che concorre alla lotta al Covid-19.

 

Anche in questa terribile circostanza, l’intento è quello di stare accanto alle persone e al territorio.

La donazione effettuata contribuirà al monitoraggio sierologico dello sviluppo di IgG anti Sars-cov2 che sarà esteso a tutti gli 11.000 operatori della Città della Scienza e della Salute di Torino nell’ambito di un ampio progetto di ricerca, volto a identificare indirettamente la prevalenza di pregresse infezioni anche asintomatiche e a verificare il mantenimento delle stesse in un arco temporale prolungato.
La donazione permetterà, inoltre, di attuare rilevanti lavori di miglioramento infrastrutturale per contribuire alla lotta al Covid-19.

 

Camillo Venesio, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca del Piemonte, ha dichiarato: “Siamo felici di dare il nostro contributo alla lotta a questa terribile pandemia. Banca del Piemonte e la mia famiglia confermano ancora una volta di essere vicini a Torino e al Piemonte, sostenendo in questo caso l’impegno di una delle eccellenze sanitarie della città. Ringrazio la professoressa Paola Cassoni, la professoressa Cavallo, i professori Divella e Gontero e il Direttore Sanitario Scarmozzino per la loro efficienza, concretezza e per il loro straordinario impegno”.

 

Paola Cassoni, Direttore del Dipartimento di Medicina di Laboratorio della Città della Scienza e della Salute di Torino ha affermato: “Insieme alla Direzione di CSS esprimo, a nome di tutto il personale e di tutti i pazienti, la profonda riconoscenza nei confronti di Banca del Piemonte e della famiglia Venesio. Questa generosa donazione ci permette di sviluppare in modo approfondito e strutturato una serie di attività correlate all’infezione da Sars-cov2 ed alle criticità connesse”.

 

Leggi il Comunicato Stampa

 

Leggi la Rassegna Stampa