Home Senza categoria Gli effetti della pandemia da Covid-19 sull’andamento demografico del nostro Paese

- 13 Maggio 2021

Gli effetti della pandemia da Covid-19 sull’andamento demografico del nostro Paese

Nel 2020 la pandemia da Covid-19 ha prodotto effetti non soltanto sulla mortalità, ma anche sulla mobilità residenziale interna e con i Paesi esteri, arrivando a incidere persino sui comportamenti riproduttivi e nuziali.

 

Le nascite risultano 404mila mentre i decessi raggiungono il livello eccezionale di 746mila. Gli effetti del lockdown hanno poi determinato inevitabili ripercussioni sul versante dei trasferimenti di residenza. Le iscrizioni dall’estero sono state 221mila e le cancellazioni 142mila. Ne deriva un saldo migratorio con l’estero positivo per 79mila unità, in grado di compensare solo in parte l’effetto negativo del pesante bilancio della dinamica naturale. Per quanto riguarda la mobilità interna, si rileva una riduzione del volume complessivo di circa il 12%: sono 1,308 milioni i trasferimenti registrati tra i Comuni italiani nel 2020 contro 1,485 milioni dell’anno precedente.

 

Il riflesso di tali andamenti comporta un’ulteriore riduzione della popolazione residente in Italia, scesa al 1° gennaio 2021 a 59 milioni 258mila.

 

Per effetto del forte aumento del rischio di mortalità, che ha dato luogo a 746mila decessi (il 18% in più di quelli rilevati nel 2019), la sopravvivenza media nel corso del 2020 appare in decisa contrazione.

 

La speranza di vita alla nascita, senza distinzione di genere, scende a 82 anni, ben 1,2 anni sotto il livello del 2019. Gli uomini sono più penalizzati: la loro speranza di vita alla nascita scende a 79,7 anni, ossia 1,4 anni in meno dell’anno precedente, mentre per le donne si attesta a 84,4 anni, un anno di sopravvivenza in meno.

 

La riduzione della natalità interessa tutte le aree del Paese, da Nord a Sud. Sul piano regionale le nascite, che su scala nazionale risultano inferiori del 3,8% sul 2019, si riducono dell’11,2% in Molise, del 7,8% in Valle d’Aosta, del 6,9% in Sardegna.

 

 

Potrebbero interessarti

Banca del Piemonte
Chiudi menu mobile
Skip to content