I cambiamenti introdotti dalla PSD2

Il nuovo volto dell’Internet Banking

 

Sabato 14 settembre è scattata l’ora X per i possessori di un conto corrente: è infatti entrata in vigore la nuova normativa europea (PSD2) che mira a disciplinare i pagamenti digitali, garantendo maggior sicurezza e trasparenza ai movimenti.

 

Il cambiamento più immediato e radicale per i correntisti è la modalità di accesso al proprio Internet Banking e l’autorizzazione delle operazioni, fino a pochi giorni fa regolati dal codice OTP “usa e getta” generato dalle chiavette distribuite per anni dalle banche.

Questa modalità di autenticazione è stata infatti sostituita dalla SCA (Strong Customer Authentication) una modalità più forte e sicura che ha come principio la doppia autenticazione per procedere con l’autorizzazione di un pagamento.

 

Banca del Piemonte, per i Clienti Privati ha introdotto il Mobile Token, un generatore automatico di codici collegato direttamente al proprio smartphone.

Una sicurezza ancora maggiore è data dalla possibilità per il Cliente di utilizzare il riconoscimento facciale (FACE ID) o dell’impronta digitale (FingerPrint) per effettuare l’accesso all’Internet Banking.

 

Addio quindi al token per i Clienti Privati, ma non per le Aziende.

Banca del Piemonte ha infatti sostituito le vecchie chiavette OTP con il Key Token un generatore fisico di password dotato degli standard di sicurezza imposti dal Regolamento Europeo 2018/389 pensato per non modificare il modo di lavorare delle Aziende garantendo loro continuità nell’operatività senza rallentarne i processi.

 

L’altra importante novità introdotta dalla PSD2 riguarda l’Open Banking ossia l’obbligo, da parte delle Banche previa autorizzazione del titolare del conto corrente, di condividere dati con società terze.