Internazionalizzazione delle imprese: scelta o obbligo?

L’export del Made in Italy in Europa è in continua crescita

 

Il nostro paese si trova, ormai da diversi anni, in un periodo di grande incertezza dovuto a diversi fattori, tra questi per esempio i negoziati sulla Brexit e la guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina che pesano sulle prospettive economiche europee.

 

In questo scenario di incertezza l’export italiano continua comunque a crescere: la richiesta di prodotti Made in Italy da parte dei paesi europei è in aumento e continuerà a registrare un tasso positivo anche nel prossimo futuro.

 

Un interessante articolo del nostro partner Ocatogna, ha messo in evidenza quali saranno i paesi più caldi per l’export italiano nei prossimi anni: Spagna, Germania e Francia. Anche le esportazioni nell’area orientale registreranno un tasso di crescita positiva: Repubblica Ceca e Polonia i paesi più appetibili.

 

Nel mondo odierno l’internazionalizzazione non è quindi solo un’opportunità, ma anche una scelta obbligata.

 

L’export italiano è sicuramente un traino della crescita dell’economia del nostro paese ed oggi corrisponde al 32% del Pil, ma è ancora distante dal contributo tedesco che si attesta intorno al 42% del Pil.*

 

Scopri come Banca del Piemonte, attraverso una strategia a 360° costruita sulla tua Azienda, può contribuire all’espansione del tuo business e a rendere la tua attività più internazionale e competitiva sul mercato.

 

Banca del Piemonte è partner di Octagona da diversi anni ed insieme sviluppano piani strategici per aiutare le Imprese a portare il loro business all’estero, ragionando sui diversi tipi di approccio e sui mercati più in linea con il business della tua attività.

 

*Fonte Forum Internazionalizzazione