Reclami

Struttura preposta

alla gestione dei reclami

Banca del Piemonte 
Ufficio Reclami

Via Cernaia, 7 
10121 Torino

reclami@bancadelpiemonte.it

reclami@pecbancadelpiemonte.it

Fax al n. 011/531280

 

RENDICONTO SULL'ATTIVITA' DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L'ANNO 2015

Il Cliente che intenda presentare un reclamo scritto può inviarlo per posta all'Ufficio Reclami, Via Cernaia 7, 10121 Torino utilizzando se si desidera l'apposito modulo, ovvero per via telematica agli indirizzi di posta elettronica reclami@bancadelpiemonte.it ovvero di posta elettronica certificata reclami@pecbancadelpiemonte.it o ancora via fax al n. 011/531280.

La Banca risponderà nei tempi più solleciti e comunque entro 30 giorni, se il reclamo è relativo a operazioni e servizi bancari e finanziari (conti correnti, carte di credito e di debito, mutui, finanziamenti ...),  entro 60 giorni se il reclamo è relativo a servizi di investimento, 45 giorni se il reclamo ha ad oggetto prodotti assicurativi/di previdenza complementare.

Se il Cliente non ha ricevuto risposta entro i termini previsti, o se comunque il Cliente è insoddisfatto dell'esito del reclamo, prima di ricorrere alle sedi giudiziarie il Cliente potrà rivolgersi:

A) in caso di controversie inerenti operazioni e servizi bancari e finanziari, all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF): se il fatto contestato è successivo alla data dell'01.01.2009, nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro;

B) in caso di controversie inerenti servizi e attività di investimento:

all'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) istituito presso la Consob: entro un anno dalla presentazione del reclamo alla Banca, nei limiti di 500.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro e per questioni attinenti  la violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza da parte dell'intermediario; è fatta salva la facoltà del cliente di rivolgersi anche alla Camera di Conciliazione ed Arbitrato presso la Consob;

Clicca qui per maggiori  informazioni sull'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF). 

C) in caso di controversie inerenti i prodotti assicurativi:

all' IVASS, Servizio Vigilanza Intermediari, Via del Quirinale n. 21 - 00187 Roma, allegando la documentazione relativa al reclamo trattato dall'intermediario o dall'impresa preponente; per questioni attinenti alla trasparenza informativa, qualora si tratti di una polizza di cui ai rami III e V di cui art.2, comma 1 Dlgs 209/20051, alla CONSOB, Via G.B. Martini, 3 – 00198 Roma o Via Broletto, 7 – 20123 Milano, tel. 0684771 / 02724201, allegando la documentazione relativa al reclamo trattato dall'impresa;

D) in caso di controversie inerenti i prodotti di previdenza complementare:

alla COVIP. L'esposto deve avere come destinatario principale la COVIP – Commissione di Vigilanza sui fondi pensione e deve essere trasmesso mediante servizio postale all'indirizzo Piazza Augusto Imperatore, 27 – 00186 ROMA o inviato al Fax n. 06.69506306 o trasmesso da una casella di posta elettronica certificata all'indirizzo e-mail: protocollo@pec.covip.it.

Per sapere come rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario si può consultare il sito http://www.arbitrobancariofinanziario.it/, chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alle Filiali di Banca del Piemonte. Clicca qui per consultare l'avviso per gli utenti, qui per consultare l'Opuscolo di presentazione dell'Arbitro Bancario e Finanziario e qui per consultare la Guida Pratica. 

Gli indirizzi delle segreterie tecniche dell'Arbitro Bancario Finanziario sono i seguenti: Segreteria tecnica del Collegio di Milano, Via Cordusio n. 5, 20123 Milano, competente per i ricorsi presentati da Clienti aventi il loro domicilio nelle regioni Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Trentino Alto Adige; Segreteria tecnica del Collegio di Torino, Via Arsenale n. 8, 10121 Torino, competente per i ricorsi presentati da Clienti aventi il loro domicilio nelle regioni Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta; Segreteria tecnica del Collegio di Bologna, Piazza Cavour n. 6, 40124 Bologna, competente per i ricorsi presentati da Clienti aventi il loro domicilio nelle regioni Emilia Romagna e Toscana; Segreteria tecnica del Collegio di Roma, Via Venti Settembre n. 97/e, 00187 Roma, competente per i ricorsi presentati da Clienti aventi il loro domicilio nelle regioni Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo e per quelli aventi domicilio in uno Stato estero; Segreteria tecnica del Collegio di Napoli, Via Miguel Cervantes n. 71, 80133 Napoli competente per i ricorsi presentati da Clienti aventi il loro domicilio nelle regioni Campania e Molise; Segreteria tecnica del Collegio di Bari, Corso Cavour n. 4, 70121 Bari, competente per i ricorsi presentati da Clienti aventi il loro domicilio nelle regioni Puglia, Basilicata e Calabria; Segreteria tecnica del Collegio di Palermo, Via Cavour n. 131/a, 90133 Palermo, competente per i ricorsi presentati da Clienti aventi il loro domicilio nelle regioni Sicilia e Sardegna.

 

Il Cliente, anche in assenza di preventivo reclamo potrà rivolgersi all'organismo di conciliazione bancaria Conciliatore Bancario Finanziario a cui la Banca ha aderito. Per sapere come rivolgersi al Conciliatore Bancario Finanziario il Cliente può chiedere informazioni presso le Filiali della Banca oppure sul sito http://www.conciliatorebancario.it/

Clicca qui per consultare la Guida alla Soluzione delle Controversie.

Clicca qui per consultare il regolamento e l'istanza di conciliazione del Conciliatore Bancario Finanziario.